Enogastronomia | Valle Stura

La cucina tradizionale della valle Stura ha conservato radici salde nella tradizione culinaria del passato contraddistinta, ovviamente non per scelta, da piatti semplici ed al contempo ricchi di gusti squisiti ed unici, derivanti dai prodotti locali che oggi hanno assunto il valore di preziose e ricercate prelibatezze.  Si tratta di una cucina tipica di montagna, con alcune peculiarità locali: la principale caratteristica è infatti l’utilizzo in cucina dell’agnello sambucano. La pecora sambucana è una razza originaria della valle Stura, di origine molto antica; vive ad una quota tra i 600 ed i 1.800 m, ed è allevata in provincia di Cuneo, in special modo appunto in valle Stura di Demonte. Altri piatti tipici sono i bodi e aioli (patate con salsa all’aglio), la oula al fourn (zuppa di verdure cotta al forno in un apposito contenitore), le sebos abaouso (cipolle al forno con carne, formaggio, uova e verdure). Tipico e più recente è l’uso di lumache e rane in cucina. Tra le vivande a base di farina, sicuramente da ricordare sono i “crouzet” (una sorta di impasto che ricorda le orecchiette), da condire con la bagna grisa, una salsa di cipolla e aglio soffritti, latte, panna e formaggio stagionato sminuzzato.

PSR Europa
Gruppo Azione Locale Tradizione delle Terre Occitane s.c.ar.l.
Via Matteotti 40 - 12023 Caraglio (CN)
Tel e Fax: 0171 610325 | E-mail: info@terreoccitane.com | PEC: terreoccitane@multipec.it
Amministrazione trasparente
PIVA/C.F.: 02869690046