Turismo | Valli Po, Bronda e Infernotto

OUTDOOR

Escursionismo
Il turismo, nelle Valli Po, Bronda e Infernotto, è rigorosamente all’aria aperta. L’imponente piramide del Monviso costituisce elemento d’attrazione, da ammirare lungo l’intero corso delle stagioni e da ogni angolazione. L’Anello “Orizzonte Monviso” è concepito proprio per questo, per offrire la possibilità di un itinerario a tappe percorribile anche nelle mezze stagioni, correndo sul crinale a monte degli abitati di valle. Escursionisti appassionati e alpinisti potranno cimentarsi nel Giro del Monviso, trekking d’alta quota per ammirare da vicino l’imponente Re di Pietra.

Cicloturismo e MTB

Una fitta rete di sentieri permette di scoprire quelle che un tempo erano antiche strade comunali di collegamento con il concentrico e, talvolta, tra vallate contigue come nel caso del Colle di Gilba.  Grazie all’impegno congiunto di amministrazioni, associazioni e volontari locali, questo patrimonio sentieristico. è tornato in gran parte fruibile da escursionisti e appassionati di MTB. In alcuni casi, come accade a Paesana, le discese più impegnative sono state ripulite diventando apprezzate discese di downhill. Adatti a tutti, anche alle famiglie con bambini, gli itinerari ciclotursitici di “Bike Monviso” che si snodano tra Paesana e le campagne della media valle, alternando tratti di asfalto a tranquille e panoramiche strade bianche.

Arrampicata
L’arrampicata sportiva non conosce stagione, potendo essere praticata a quote diverse in ogni stagione. Un patrimonio immenso di falesie si snoda tra la valle Po e il Montebracco, apprezzato soprattutto in inverno per il clima particolarmente mite e l’ottima esposizione al sole. Nel territorio di riferimento, sono almeno 1400 le vie censite e praticate, un autentico paradiso per i climbers.

Sport invernali

Durante l’inverno, sono in funzione tre piccole stazioni sciistiche: Rucas (nel comune di Bagnolo Piemonte), Pian Muné (nel comune di Paesana), Crissolo. Le stazioni si rivolgono sempre più spesso a un pubblico più ampio dei soli praticanti dello sci alpino, offrendo itinerari segnalati per escursioni con racchette da neve. Nella primavera, la valle diventa meta di riferimento per gli appassionati di scialpinismo, in arrivo anche dall’estero.

Altri sport

A Paesana è presente una piscina all’aperto, nel pieno centro del Paese, in prossimità del principale ponte sul Po; l’impianto, con apertura stagionale (giugno-settembre), propone anche corsi di nuoto e attività di fitness ed è dotato di un’area verde con giochi per bambini.  L’alta valle offre ben due parchi avventura, a Crissolo e a Ostana, con percorsi sugli alberi e avventurosi attraversamenti sospesei sul fiume. Nel periodo invernale, il campo da bocce del capoluogo di Crissolo, non lontano dalla Piazza del Municipio,  viene adibito a pista di pattinaggio.

 

MUSEI

La varietà dei Musei presenti nelle tre valli attesta la ricchezza culturale di un territorio che si racconta nell’architettura e nel paesaggio. Memorie di vita contadina si ritrovano nei Musei etnografici di Ostana e nel sito di Balma Boves; Il Museo del Parco (Revello) e quello del piropo (Martiniana Po) accompagnano il visitatore alla scoperta delle peculiarità ambientali della Valle del Monviso.

OSTANA, Civico Museo Etnografico Ostana – Alta valle Po
Lo. Capoluogo Villa – tel. 0175 940310 – www.comune.ostana.cn.it

La raccolta etnografica ripropone, attraverso la ricostruzione di alcuni ambienti, momenti di vita ad Ostana negli anni passati. La storia e la cultura locale sono inoltre raccontate attraverso copie di documenti storici quali per esempio gli Statuti di Ostana del 1425.

SANFRONT, Balma Boves
Borgata Rocchetta – loc. Balma Boves – www.balmaboves.it

Nato come insediamento ricavato nell’anfratto di una grande roccia, abitato permanentemente fino agli anni ’50 del secolo scorso, è oggi un’affascinante borgata-museo.

 

REVELLO- Museo Naturalistico del fiume Po
Piazza Denina, 5 – tel. 0175 46505 – www.parcodelpocn.it

Nell’ampio spazio espositivo sono allestiti alcuni diorami riferiti ai principali ecosistemi del Parco, dalle praterie alpine, alla collina, al fiume di pianura. L’obiettivo del Centro Visita è quello di rappresentare la varietà e ricchezza ecologica del Parco del Po Cuneese, di insegnare ad osservare e rispettare la Terra al di là dei confini delle Aree Protette.

 

MARTINIANA PO, Museo del Piropo
Via Roma, 25 – tel.  0175 46505 – www.parcodelpocn.it

La struttura, pensata prevalentemente per le scuole, è posta in pieno centro, a poche decine di metri dal Municipio, ed è composta da tre sale dove sono spiegate le vicende geologiche che hanno condotto alla formazione in valle Po dei piropi, cristalli rarissimi.

 

CRISSOLO – Centro Visita ex Casermette Pian del Re (aperto in estate)

Parco del Monviso, tel.  39 0175 46505  www.parcodelpocn.it, e-mail: info@parcomonviso.eu

 

BARGE- Museo Civico d’Arte contemporanea “Aperto” 

Area verde pubblica, Via Castello – tel. 0175 346105

Il Museo Civico d’Arte Contemporanea en plein air del Comune di Barge è stato istituito nel 2002 in collaborazione con l’associazione culturale Sassi Vivaci, per uno sviluppo del territorio culturale ed economico alternativo, con installazioni d’arte contemporanea site-specific.

PSR Europa
Gruppo Azione Locale Tradizione delle Terre Occitane s.c.ar.l.
Via Matteotti 40 - 12023 Caraglio (CN)
Tel e Fax: 0171 610325 | E-mail: info@terreoccitane.com | PEC: terreoccitane@multipec.it
Amministrazione trasparente
PIVA/C.F.: 02869690046